Approfondimenti

Eventi, Corsi e Fiere

Link Amici

Informazioni

Il nostro Negozio a Padova

Thanka Thangka Tibet Nepal lavorato a mano Om Mani Padme Hum Rosso/Nero

nuovo

Thanka Thangka Tibet Nepal lavorato a mano raffigurante il
Mantra Om Mani Padme Hum

Maggiori dettagli

1 Oggetto

Ultimo in magazzino!!

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 14 Punti fedeltà. Il totale del tuo carrello 14 Punti fedeltà può essere convertito in un buono di 14,00€.


140,00€

More info

Thanka Thangka Tibet Nepal lavorato a mano. Coloratissimi, prodotto artigianale di grande qualità ed effetto.

Misure indicative 50X76 cm

Per ulteriori informazioni visita la sezione approfondimenti a lato

Oṃ Maṇi Padme Hūṃ è strettamente relazionato alla figura del bodhisattva della compassione.

Questo mantra è formato da una sequenza di sei sillabe sacre (tib. ཡིག་དྲུག་, yig drug) che vengono pronunciate dal praticante, profondamente concentrato sull'essenza del bodhisattva che sta per invocare. Queste sei sillabe sono accompagnate ad una settima, Hrīḥ, sillaba della compassione.

Il suo significato è fortemente simbolico al di là della sua traduzione letterale e viene raccomandato in tutte le situazioni di pericolo o di sofferenza, o per aiutare gli altri esseri senzienti in condizioni di sofferenza.

Uno dei significati più diffusi a lui attribuiti è la collocazione del gioiello (simbolo della bodhicitta) nel loto (simbolo della coscienza umana).

I commentari tibetani (cfr. ad es. il མ་ནི་བཀའ་འབུམ Ma ṇi bka’ ’bum), legano la recitazione di questo mantra, e le sue sei sillabe, con i sei Buddha che agiscono nei sei destini (sans. ṣaḍ jagati, tib. འགྲོ་བ་རིགས་དྲུག་, 'gro-ba rigs-drug). Gli insegnamenti relativi al mantra sono attribuiti al Buddha Amitabha, al Buddha Shakyamuni e a Padmasambhava (Guru Rinpoche).[2]

Il loro significato simbolico, in questo contesto interpretativo, corrisponderebbe a[2]:

In Tibet questo mantra si ritrova ovunque: inciso sulle rocce, scolpito nelle pietre votive che i viandanti depongono sui caratteristici "muri di preghiere", dipinto sulle bandiere (chattar), e le sei sillabe vengono iconograficamente, dipinte con diversi colori simbolici.



Fonte:wikipedia

Recensioni